Sempre più casi di depressione tra i pazienti affetti da malattie reumatiche

Come tutte le malattie croniche, le malattie reumatiche hanno un forte impatto non solo dal punto di vista fisico, ma anche psicologico. I pazienti devono fare i conti con un dolore costante, e questo porta in molti casi a stati di ansia e depressione. Durante il 55° Congresso Nazionale della Società Italiana di Reumatologia (Sir) è stato evidenziato come il 65% delle donne e il 59% degli uomini che convivono con una malattia reumatica soffrano di disturbi dell’umore.

Disturbi del sonno: così si va dalla stanchezza cronica alla depressione

I pazienti affetti da malattie reumatiche soffrono spesso di disturbi del sonno. La polisonnografia ha confermato che il sonno dei malati è più frammentario rispetto a quello delle persone sane e per questo lamentano un maggior senso di fatica. Dolore e fastidi alle articolazioni impediscono di addormentarsi e a volte sono così forti da causare il risveglio, nel cuore della notte o la mattina presto. Inoltre, disfunzioni del sistema endocrino e l’infiammazione cronica contribuiscono a peggiorare la qualità del sonno. Il senso di stanchezza, che va a influenzare ulteriormente la qualità delle attività quotidiane, già minata dalle malattie reumatiche, può portare in molti casi alla depressione, secondo alcune stime addirittura in un caso su due. Un aiuto può arrivare dalle “cronoterapie”, ovvero le cure somministrate nel momento più opportuno della giornata, per adattarsi ai ritmi biologici dell’organismo. Per esempio le formulazioni a lento rilascio, sia di antinfiammatori che di farmaci che aiutano a regolare il sonno, sono spesso molto più efficaci rispetto a quelle tradizionali. Gli esperti hanno sottolineato l’importanza di inserire la valutazione del sonno, dell’affaticamento e dell’umore nei test tradizionali per le malattie reumatiche: i disturbi del sonno e la depressione andrebbero considerati veri e propri indicatori della malattia, dato che il miglioramento della qualità di vita del paziente dev’essere un obiettivo delle cure, tanto quanto la remissione dei sintomi della malattia.

Medicina di genere e monitoraggio dell’umore: nuovi approcci alla cura delle malattie reumatiche

Uno studio ha evidenziato come uomini e donne reagiscano ai disturbi legati alle malattie reumatiche in maniera differente. Ansia, depressione e difficoltà nello svolgimento delle attività quotidiane sono più accentuati nelle donne, mentre gli uomini hanno più problemi dal punto di vista lavorativo: sul posto di lavoro, molti pazienti non parlano dei diritti previsti per legge, per paura di perdere la propria occupazione o diventare vittima di mobbing. Per questo motivo molti esperti sostengono la medicina di genere, ossia un approccio terapeutico diverso per uomini e per donne, particolarmente efficace in reumatologia, dove le conseguenze della malattia sono vissute in maniera così differente dai due sessi. Un altro fattore da non sottovalutare, nel trattamento della depressione nei pazienti affetti da malattie reumatiche, è che spesso ansia o depressione nascono sì come conseguenza dei disagi della malattia, ma altrettanto spesso peggiorano a tal punto la vita dei malati da influenzare il decorso della patologia, in un circolo vizioso che diventa sempre più difficile da spezzare. Un motivo in più per non sottovalutare gli aspetti psicologici della malattia e intervenire in maniera tempestiva supportando i pazienti anche sotto questo aspetto, sia in ospedale che a domicilio.

© Domedica s.r.l.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Articoli correlati

I nostri servizi

Più di 10 anni di esperienza nel disegno e nella gestione di Programmi di Supporto ai Pazienti e Progetti a Supporto di Medici, Centri Clinici e altri Stakeholder della Sanità.

I nostri Programmi migliorano la qualità e l’efficacia delle cure e incrementano l’adozione e l’aderenza di lungo termine alle Terapie.

Gestiamo Home Clinical Trials, Studi Osservazionali e Progetti di Real World Evidence, Studi sul Comportamento e Analisi di Outcome, in Italia e a livello Internazionale.

I nostri progetti abilitano la raccolta e supportano la diffusione di evidenze sull’efficacia delle Terapie e di nuovi Approcci Terapeutici.