Malattie croniche: verso la riduzione della distanza medico paziente

Esistono dei dati che al giorno d’oggi non possiamo più permetterci di sottovalutare o peggio, ignorare: i malati cronici stimati in Italia ammontano ad oltre 24 milioni, gravando sul sistema sanitario nazionale con una spesa annua che si aggira intorno ai 67 miliardi. Siamo un paese che invecchia e quindi queste cifre sono destinate a crescere anno dopo anno. L’età media degli italiani si sta progressivamente alzando mentre non c’è un vero e proprio ricambio generazionale. Siamo la Nazione Europea con la più alta percentuale di anziani ed una delle prime nel mondo. È possibile rendere più efficiente un sistema sanitario con queste premesse? La risposta è si, ma bisogna lavorare sul ridurre la distanza medico Paziente.

Malattie croniche verso la riduzione della distanza medico Paziente

Operatori e Pazienti. Come cambia la distanza medico Paziente per le malattie croniche

Alla luce di un numero così elevato di Pazienti, nel 2016 è stato approvato dalla conferenza Stato-Regioni il Piano Nazionale della cronicità, il cui scopo sarebbe stato quello di garantire un’assistenza adeguata ai Pazienti. Un’indagine promossa da FabLab ha cercato di verificare se l’assistenza ai malati cronici avesse effettivamente degli standard sufficienti. Lo studio è stato svolto su circa 1500 persone, un campione ripartito equamente tra Pazienti, farmacisti e  medici. Le informazioni raccolte avevano il fine di raccogliere dati per capire come migliorare la qualità di vita dei Pazienti. Un primo risultato emerso è un certo scetticismo nei confronti degli operatori sanitari, spesso derivato dalla troppa distanza medico Paziente. L’aspetto più preoccupante è la discrepanza di giudizio tra Pazienti e operatori sanitari. Questi ultimi infatti non sono d’accordo con quello che pensano i pazienti, che generalmente lamentano una certa distanza con gli operatori sanitari. 

Un altro dato interessante è che il farmacista gode di un livello di fiducia abbastanza alto, mentre curiosamente i Pazienti manifestano un basso livello di fidelizzazione verso le case farmaceutiche, preferendo il singolo medicinale rispetto al brand. Esiste Infine un altro punto particolarmente interessante: la stragrande maggioranza dei Pazienti concorda sul fatto che siano necessari servizi di supporto a distanza più efficaci.

Uno sguardo al futuro: il supporto a distanza

La volontà di voler usufruire del supporto a distanza per le malattie croniche si configura da un lato come una necessità per la sopravvivenza del nostro sistema sanitario e dall’altro come un possibile aggiornamento della figura del medico di medicina generale. Le professioni si  evolvono e il modo di esercitare la professione medica non fa eccezioni. Secondo fablab una delle principali richieste dei Pazienti è proprio quella di poter contattare via chat il proprio medico per domande sulla gestione della patologia ma non solo. Si vorrebbe richiedere una consulenza sulla gestione degli effetti collaterali, un monitoraggio a distanza della terapia e anche più generalmente richiedere materiale informativo. Tutte misure per ridurre la distanza medico Paziente.

Il mondo della sanità digitale va sempre più verso un Paziente più autonomo e supportato da chi lo assiste. È un futuro che potenzialmente può rivoluzionare in meglio l’efficienza del Servizio Sanitario Nazionale, duramente provato dalle malattie croniche, e la ricerca sotto diversi punti di vista. Bisognerà solo saper adeguarsi.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Articoli correlati

I nostri servizi

Più di 10 anni di esperienza nel disegno e nella gestione di Programmi di Supporto ai Pazienti e Progetti a Supporto di Medici, Centri Clinici e altri Stakeholder della Sanità.

I nostri Programmi migliorano la qualità e l’efficacia delle cure e incrementano l’adozione e l’aderenza di lungo termine alle Terapie.

Gestiamo Home Clinical Trials, Studi Osservazionali e Progetti di Real World Evidence, Studi sul Comportamento e Analisi di Outcome, in Italia e a livello Internazionale.

I nostri progetti abilitano la raccolta e supportano la diffusione di evidenze sull’efficacia delle Terapie e di nuovi Approcci Terapeutici.

Disegniamo e gestiamo progetti di Online Marketing, e-detailing e Informazione Scientifica, su tutti i canali rilevanti.

Aiutiamo i nostri clienti a costruire e sviluppare relazioni di valore con i principali Stakeholder, sostenendo le loro strategie commerciali e promozionali.