L’impatto del Covid sui caregiver

Già prima della pandemia i caregiver vivevano in una condizione di grande impegno e responsabilità, e dovevano affrontare una serie di problemi legati in parte anche alle difficoltà del nostro SIstema Sanitario Nazionale. L’emergenza generata dal Covid 19 non ha fatto altro che aggravare la loro situazione. Ai caregiver serve una legge di tutela, servono più servizi, a cominciare da quelli domiciliari, ed è necessaria un’attenzione maggiore proprio in questo periodo difficile che incrocia difficoltà pregresse, problemi economici, disagi di salute delle persone assistite e stress psicologico.

Di cosa hanno bisogno i caregiver

La condizione d’esistenza del caregiver è precaria e lo costringe spesso a una vita completamente dedicata ad un familiare, così sono molte le richieste che si sono declinate in un riconoscimento del caregiving come lavoro spesso usurante. Come riporta l’associazione  cittadinanzattiva è fondamentale che i caregiver possano accedere ad una serie di servizi:

  • usufruire di assistenza domiciliare integrata con un monte ore adeguato ed una formazione specifica del caregiver, per poter assistere il familiare ed essere coinvolti nella costruzione del PAI/PEI;
  • fornire servizi a domicilio (come per esempio la ricetta dematerializzata, la consegna farmaci, ecc);
  • creare percorsi di formazione/informazione;
  • dotare i servizi di teleassistenza/telemedicina;
  • attivare servizi di sostegno psicologico;
  • avere a disposizione servizi che intervengano con urgenza nella presa in carico della persona malata in caso di necessità (per esempio in caso di malattia o decesso del caregiver).

Dopo questo periodo di emergenza è effettivamente cambiato qualcosa?

Il peso dell’emergenza

In realtà per i caregiver il costo sociale della pandemia è stato, e continua ad essere, altissimo. Il peso di tutti quei servizi che non  hanno riaperto o che non funzionano ancora a pieno regime, sono ricaduti interamente sulle loro spalle. Sofia Donata, portavoce del Comitato Caregiver Familiari “Comma 255”, in Commissione Affari sociali della Camera, durante le audizioni sulle ricadute sociali dell’emergenza epidemiologica ha infatti dichiarato che “bisognava prevedere sostegno economico, ma non è stato fatto” .

Insomma, durante il Lockdown il peso dei servizi è ricaduto sui caregiver, perché le persone con disabilità e i malati cronici non smettono di avere esigenze. 

Tutto questo sarebbe anche stato comprensibile in una prima fase, quando il virus ci ha sorpresi e colti impreparati. Ma ci si sarebbe aspettati che dal momento della riapertura sarebbero stati presi provvedimenti per aiutare i caregiver. Purtroppo ad oggi questi servizi continuano a scarseggiare.Le associazioni chiedono che il governo almeno si attivi per prevedere un piano di rimodulazione a domicilio di tutti i servizi, garantendo alle persone con disabilità un tempo congruo di autonomia dal proprio caregiver familiare.

Chiedono anche che il governo lavori per restituire il diritto all’individualità (spesso quello del caregiver è un ruolo che si ricopre 7 giorni su 7), garantendo servizi a domicilio per una copertura oraria congrua a consentire almeno di non perdere l’attività lavorativa. 

Ci troviamo in un momento potenzialmente favorevole per operare cambiamenti radicali nel nostro SIstema Sanitario. La speranza è che questo avvenga nella tutela dei caregiver.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Articoli correlati

I nostri servizi

Più di 10 anni di esperienza nel disegno e nella gestione di Programmi di Supporto ai Pazienti e Progetti a Supporto di Medici, Centri Clinici e altri Stakeholder della Sanità.

I nostri Programmi migliorano la qualità e l’efficacia delle cure e incrementano l’adozione e l’aderenza di lungo termine alle Terapie.

Gestiamo Home Clinical Trials, Studi Osservazionali e Progetti di Real World Evidence, Studi sul Comportamento e Analisi di Outcome, in Italia e a livello Internazionale.

I nostri progetti abilitano la raccolta e supportano la diffusione di evidenze sull’efficacia delle Terapie e di nuovi Approcci Terapeutici.

Disegniamo e gestiamo progetti di Online Marketing, e-detailing e Informazione Scientifica, su tutti i canali rilevanti.

Aiutiamo i nostri clienti a costruire e sviluppare relazioni di valore con i principali Stakeholder, sostenendo le loro strategie commerciali e promozionali.