L’educazione terapeutica al paziente diabetico di tipo 2

Un Paziente affetto da diabete di tipo 2, o comunque cronico, deve avere un ruolo attivo nella terapia poichè dovrà essere in grado di curarsi adeguandosi ai cambiamenti della propria vita. Per il medico ciò significa fare in modo che il Paziente diventi capace di farsi carico della propria patologia. Come? Fornendogli le conoscenze e le abilità per realizzare una cura efficace e con un adeguato sostegno emotivo. Questo approccio è denominato “Educazione terapeutica”, ed è la scelta più indicata per chi è affetto da diabete.

Le problematiche della malattia

Il diabete è una malattia cronica che, se non trattata precocemente e intensivamente, produce complicanze micro e macrovascolari invalidanti e riduce l’attesa e la qualità di vita del malato. Il numero di persone con questa patologia, soprattutto diabete di tipo 2, è in continuo aumento, al punto da diventare un problema pressante per tutto il SSN: questo tipo di patologie occupa una voce rilevante delle spese che, visto l’innalzamento del’età media della popolazione, sono destinate ad aumentare.

Il suo trattamento richiede un approccio appropriato allo stato della malattia e ai bisogni del malato. Per esempio l’insulina è un farmaco essenziale per trattare l’iperglicemia e nel diabete di tipo 2 deve essere usata, a volte in modo intermittente, per risolvere situazioni ben definite. è dunque un’attività complicata che porta via diverso tempo e necessita  da parte del Paziente una grande attenzione. Quali elementi possono facilitare la gestione pratica del Paziente in trattamento con insulina (non esistendo ancora una terapia risolutiva per contrastare il deficit insulinico)?
Grazie al modello assistenziale della gestione integrata che ha permesso la definizione di competenze e l’impiego di strumenti per la valutazione della sicurezza e dell’efficacia, oggi è possibile affrontare il trattamento a casa del Paziente. In questo modo si può ottenere un progetto terapeutico personalizzato con la possibilità di comunicare informazioni e condividere gli obiettivi per creare un progetto terapeutico personalizzato. Per questo l’educazione terapeutica al Paziente diabetico non può più essere ignorata.

Come funziona l’educazione terapeutica al Paziente diabetico

Quando si inizia un trattamento insulinico è importante fornire al Paziente con diabete di tipo 2 gli strumenti necessari per superare eventuali emergenze, specie quelle ipoglicemiche. Le linee guida raccomandano che tutti i Pazienti in trattamento insulinico debbano essere in grado di praticare l’autocontrollo glicemico almeno tre volte al giorno. Bisogna informarli del maggiore rischio di ipoglicemia in presenza di attività fisica intensa e della necessità dell’autocontrollo prima e dopo uno sforzo fisico. Inoltre i Pazienti con insufficienza renale e malattie epatiche hanno un rischio maggiore di ipoglicemie: è quindi necessario iniziare l’insulina con dosaggi molto più bassi e porre particolare attenzione nell’ addestrare i Pazienti a riconoscere e trattare l’ipoglicemia. L’educazione terapeutica al Paziente diabetico può risolvere le principali problematiche legate agli aspetti organizzativi dell’inizio di un trattamento insulinico.

Come detto precedentemente l’insulinoterapia è una pratica che richiede impegno, sia al Paziente che al medico. Contrariamente ad altri farmaci, richiede un controllo quotidiano in termini di efficacia, sicurezza e prevenzione. Il Paziente deve essere educato alla gestione della terapia, addestrato all’autosomministrazione e all’automisurazione della glicemia. È necessario un supporto continuo, anche telefonico durante il trattamento, e questa problematica sarà risolta.
È quindi necessario un cambiamento culturale sia da parte dei medici, dei Pazienti e del nostro SSN per rendere l’educazione terapeutica ancora più centrale in tutti i percorsi di cura per il diabete di tipo 2.

© Domedica s.r.l. 

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Articoli correlati

I nostri servizi

Più di 10 anni di esperienza nel disegno e nella gestione di Programmi di Supporto ai Pazienti e Progetti a Supporto di Medici, Centri Clinici e altri Stakeholder della Sanità.

I nostri Programmi migliorano la qualità e l’efficacia delle cure e incrementano l’adozione e l’aderenza di lungo termine alle Terapie.

Gestiamo Home Clinical Trials, Studi Osservazionali e Progetti di Real World Evidence, Studi sul Comportamento e Analisi di Outcome, in Italia e a livello Internazionale.

I nostri progetti abilitano la raccolta e supportano la diffusione di evidenze sull’efficacia delle Terapie e di nuovi Approcci Terapeutici.

Disegniamo e gestiamo progetti di Online Marketing, e-detailing e Informazione Scientifica, su tutti i canali rilevanti.

Aiutiamo i nostri clienti a costruire e sviluppare relazioni di valore con i principali Stakeholder, sostenendo le loro strategie commerciali e promozionali.