La Medicina Narrativa e il Counseling Psicologico

Creare empatia con il Paziente. E’ questo lo scopo primario della Medicina Narrativa, che porta avanti l’obiettivo di comprendere e supportare il Paziente nel suo percorso verso la guarigione.Se si riesce a instaurare un rapporto di fiducia e confidenza, si favorisce nel Paziente un’elevata aderenza al trattamento, offrendo all’operatore una metodica per la rilevazione del vissuto soggettivo di malattia. Si tratta di un vero e proprio dialogo aperto, che rende possibile un’approfondita capacità diagnostica.

Il concetto di Medicina Narrativa è nato in tempi relativamente recenti: si è sviluppata tra gli anni Novanta e l’inizio del nuovo millennio in Inghilterra grazie agli studi compiuti dai Medici Rachel Naomi Remen e Rita Charon. Secondo le due specialiste, l’approccio medico a cui deve tendere questa nuova risorsa diagnostica ha un focus mirato su tre punti cardine: il ruolo terapeutico attribuito alla narrazione dell’esperienza di malattia, l’ascolto da parte del Medico e degli operatori sanitari coinvolti, l’integrazione del racconto in un quadro complessivo di diagnosi e cura, sempre e comunque rispettoso della persona malata.

In altre parole Remen e Charon intendevano sviluppare la relazione tra Medico e Paziente, basandola su modalità narrative, eliminando la subalternità. In questo modo i racconti fatti non solo dai Pazienti, ma anche da Medici, Infermieri e coloro che assistono il malato assumono un fondamentale valore terapeutico. Sono il mezzo più diretto e veritiero per dare spazio al vissuto del soggetto. All’estero già esistono percorsi formativi (per esempio alla Columbia University di New York), che allenano il medico a utilizzare una terminologia semplice e un linguaggio comprensibile.

Sono necessarie nuove competenze, ottenibili attraverso l’uso di strumenti vari, che comprendono anche corsi di lettura e scrittura. In Italia l’aggiornamento è solo all’inizio. Nel 2009 è nata la Società italiana di Medicina Narrativa, che ha come scopo la promozione del dibattito sulla Narrative Based Medicine (NBM): è un riferimento per la Sanità pubblica, le Università e le Business Schools in campo sanitario delle diverse iniziative che si conducono in Italia e nel contempo intende favorire le relazioni con l’estero. L’importanza per il Paziente di riuscire a capirsi, a raccontarsi e avere un supporto umano e psicologico da parte del professionista che lo assiste è il principio della M.N.

Grazie alla Medicina Narrativa ora si valorizza il lato umano e profondo della relazione Paziente/Medico/professionista della salute, nell’ottica di un’integrazione tra gli elementi legati alla diagnosi e alla cura della malattia con il racconto autobiografico della malattia stessa. Questi elementi fanno la rendono uno strumento indispensabile per lo sviluppo della medicina del futuro.

© Domedica s.r.l.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Articoli correlati

I nostri servizi

Più di 10 anni di esperienza nel disegno e nella gestione di Programmi di Supporto ai Pazienti e Progetti a Supporto di Medici, Centri Clinici e altri Stakeholder della Sanità.

I nostri Programmi migliorano la qualità e l’efficacia delle cure e incrementano l’adozione e l’aderenza di lungo termine alle Terapie.

Gestiamo Home Clinical Trials, Studi Osservazionali e Progetti di Real World Evidence, Studi sul Comportamento e Analisi di Outcome, in Italia e a livello Internazionale.

I nostri progetti abilitano la raccolta e supportano la diffusione di evidenze sull’efficacia delle Terapie e di nuovi Approcci Terapeutici.

Disegniamo e gestiamo progetti di Online Marketing, e-detailing e Informazione Scientifica, su tutti i canali rilevanti.

Aiutiamo i nostri clienti a costruire e sviluppare relazioni di valore con i principali Stakeholder, sostenendo le loro strategie commerciali e promozionali.