Il profilo del pet owner

Diversi studi internazionali degli ultimi anni hanno tracciato il profilo del pet owner italiano e classificato il nostro Paese come uno dei più animal-friend d’Europa perché il legame, nella vita, tra proprietari e relativi animali da compagnia dura in media circa 20 anni.

Un profilo generale

Il rapporto Assalco delinea i pet owner basandosi sui clienti delle strutture veterinarie italiane, mettendo in evidenza che sono:

  • Maggiormente donne
  • Persone con un livello d’istruzione più elevato

Il rapporto con il veterinario

Un nodo cruciale nella definizione del profilo del pet owner italiano medio è quello del rapporto con il proprio veterinario.

Nel dicembre 2018, ANMVI ha condotto una ricerca tra i proprietari di animali da compagnia (ad eccezione di pesci e invertebrati) che hanno instaurato rapporto costante di cura e consulenza con i veterinari.

Il pet owner italiano è un cliente che sviluppa un legame di fidelizzazione molto alto con il proprio veterinario: puntualmente si consulta con il veterinario per tutte le problematiche riguardanti la salute e il benessere del proprio animale e per le scelte d’acquisto ad esse connesse: è infatti solamente il 5% dei clienti che dichiara di non seguire le indicazioni che ricevute dai veterinari.

Così come il giudizio medio rispetto ai veterinari è in generale ottimo, anche nei casi di visite occasionali (per esempio se si è fuori città).

Pet owner e pet food

La conoscenza sempre più approfondita dell’alimentazione degli animali d’affezione e della tecnologia alimentare ha trasformato notevolmente l’industria del pet food nel corso degli anni: la maggioranza dei pet owner è a conoscenza dei benefici dell’alimentazione industriale e ne fa sempre più uso.

I principali benefici offerti sono:

  • Fornire la quantità corretta di nutrienti per sostenere la salute e l’attività fisica dell’animale
  • L’utilizzo di ingredienti di provenienza sicura ed ecosostenibili
  • Un gusto che offra all’animale un’esperienza gratificante

Dall’analisi del triennio 2015-2017 del rapporto PNAA (il Piano Nazionale Alimentazione Animale del Ministero della Salute), a fronte di 833 campionamenti è stato riscontrato un tasso di conformità dei prodotti del pet food pari al 99%. Questo risultato prova come l’intera filiera produttiva lavori correttamente: gli operatori da una parte si confermano attenti nella selezione delle loro materie prime e rigorosi nei processi produttivi, dall’altro le autorità di controllo garantiscono un prodotto sicuro per gli animali da compagnia che vivono nelle case degli italiani.

© Domedica s.r.l.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Articoli correlati

I nostri servizi

Più di 10 anni di esperienza nel disegno e nella gestione di Programmi di Supporto ai Pazienti e Progetti a Supporto di Medici, Centri Clinici e altri Stakeholder della Sanità.

I nostri Programmi migliorano la qualità e l’efficacia delle cure e incrementano l’adozione e l’aderenza di lungo termine alle Terapie.

Gestiamo Home Clinical Trials, Studi Osservazionali e Progetti di Real World Evidence, Studi sul Comportamento e Analisi di Outcome, in Italia e a livello Internazionale.

I nostri progetti abilitano la raccolta e supportano la diffusione di evidenze sull’efficacia delle Terapie e di nuovi Approcci Terapeutici.

Disegniamo e gestiamo progetti di Online Marketing, e-detailing e Informazione Scientifica, su tutti i canali rilevanti.

Aiutiamo i nostri clienti a costruire e sviluppare relazioni di valore con i principali Stakeholder, sostenendo le loro strategie commerciali e promozionali.