Il futuro della ricerca scientifica? I Big Data

I Big Data in HealthCare

Ogni giorno veniamo travolti da innumerevoli informazioni, che riguardano gli argomenti più disparati: dalle news, alle ricette di cucina, passando per il gossip. Se solo provassimo a selezionare e ordinare i dati che riceviamo nell’arco di una giornata, avremmo un’idea di ciò che viviamo e ci circonda. Ora applichiamo lo stesso ragionamento, ma in scala mondiale: avremmo tra le mani i Big Data (letteralmente grandi dati), così numerosi da superare i limiti stabiliti dagli strumenti dei database tradizionali. Questa enorme quantità di informazioni in formato digitale cresce quotidianamente, ad una velocità esponenziale. C’è di buono che può essere usata: l’universo di dati può essere estratto, valutato e trasformato in una fonte di preziose informazioni, utilizzabili anche dalla ricerca scientifica.

Big Data analytics

In ambito medico valutare i dati significa infatti stabilire trattamenti e cure migliori, fornendo al medico indicazioni per una diagnosi precisa. Si possono creare dei modelli di analisi predittivi basati sul DNA per prevenire malattie che possono ripresentarsi in futuro. A tal fine è necessario disporre di informazioni per prevedere le criticità che colpiranno un organismo nel futuro e poter affrontare una malattia endemica prima che si propaghi. Anche i dati di milioni di cartelle cliniche potrebbero venire raccolti e gestiti a macro livelli, in modo da individuare i migliori percorsi terapeutici e nel contempo immagazzinare i dati in un formato digitale facilmente utilizzabile per altri scopi.

Investimenti delle aziende nei Big Data

Le aziende ormai investono in questo mondo, consapevoli che il futuro è già presente. In Italia esiste Cineca, un Consorzio Interuniversitario (conta 70 università, 6 enti di ricerca e il MIUR) nato nel 1969 con lo scopo di promuovere l’utilizzo dei più avanzati sistemi di elaborazione dell’informazione a favore della ricerca scientifica e tecnologica. Fuori dall’Italia il colosso dell’informatica IBM ha creato Watson, un super computer per il calcolo cognitivo che permette di ‘vedere’ le immagini sanitarie estrapolando e poi analizzando i Big Data, mentre Google ha dato vita a Google Genomics, una piattaforma di cloud computing sulla ricerca in ambito biologico.

Progressi nella genetica

La gestione dei dati evolve al punto da influire anche sulla genetica e sulla genomica (ramo della biologia che studia il patrimonio genetico, l’evoluzione e la capacità di determinare le funzioni vitali). Le simulazioni diventano sempre più precise tanto da permettere di capire cosa accadrà in base alla mutazione di una singola variazione nel DNA. L’obiettivo è di spingersi verso la creazione di cure genetiche adatte al singolo Paziente.

Sembra quindi sempre più vicino un futuro in cui avremo a disposizione i “nostri” Big Data personali, che ci consentiranno di ricevere cure migliori.

LINK UTILI

Ingenium Magazine

Digital Health Italia  Link 1Link 2 – Link 3

Data Skills

© Domedica s.r.l.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Articoli correlati

I nostri servizi

Più di 10 anni di esperienza nel disegno e nella gestione di Programmi di Supporto ai Pazienti e Progetti a Supporto di Medici, Centri Clinici e altri Stakeholder della Sanità.

I nostri Programmi migliorano la qualità e l’efficacia delle cure e incrementano l’adozione e l’aderenza di lungo termine alle Terapie.

Gestiamo Home Clinical Trials, Studi Osservazionali e Progetti di Real World Evidence, Studi sul Comportamento e Analisi di Outcome, in Italia e a livello Internazionale.

I nostri progetti abilitano la raccolta e supportano la diffusione di evidenze sull’efficacia delle Terapie e di nuovi Approcci Terapeutici.

Disegniamo e gestiamo progetti di Online Marketing, e-detailing e Informazione Scientifica, su tutti i canali rilevanti.

Aiutiamo i nostri clienti a costruire e sviluppare relazioni di valore con i principali Stakeholder, sostenendo le loro strategie commerciali e promozionali.