Farmaci di origine marina: i nuovi tesori degli oceani.

La ricerca non smette mai di cercare nuove soluzioni in campo medico e farmacologico, e non si preclude alcun campo di esplorazione. Il mare, per esempio, è da sempre fonte di sostentamento per il genere umano, ma oggi sappiamo che custodisce un tesoro in più. Studi recenti hanno infatti rivelato che è possibile creare farmaci di origine marina.  Al momento, ben 23 medicinali provenienti dagli oceani sono in fase di sperimentazione.

L’interesse per i farmaci di origine marina non conosce confini.

Nel 2015 è stato avviato un importante progetto, PharmaSea, che ha coinvolto ben 13 paesi. Scopo del progetto è scandagliare i mari per trovare nuove molecole con proprietà terapeutiche, soprattutto negli ambiti delle neurodegenerazioni, della lotta a virus e batteri e delle infiammazioni. A rappresentare l’Italia, l’Istituto di biochimica delle proteine del Cnr e la stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, a cui è stato affidato il compito di studiare il plancton, analizzando migliaia di microalghe che potrebbero nascondere molecole in grado di dar vita a nuovi, rivoluzionari farmaci di origine marina. Oltre a PharmaSea, sono tanti i progetti di ricerca che in tutto il mondo studiano gli oceani per arrivare a ottenere nuovi farmaci di origine marina. Laboratori in Norvegia e Scozia hanno ottenuto buoni risultati, anche se bisogna aspettare la fine dei trial per definire l’efficacia del possibile nuovo farmaco.

Verso l’Oceano Indiano invece, dove la questione della farmacoresistenza è molto sentita, gli studi effettuati hanno rilevato che il peptide idramacina, che si ricava dagli idrozoi (un tipo di organismi a cui appartengono anche le meduse) risulterebbe utilissimo contro batteri resistenti alla penicillina come l’Escherichia coli. D’altronde, i farmaci di origine marina hanno già dimostrato la loro efficacia, come la trabectedina, un antitumorale ricavato da un tunicato (Ecteinascidia turbinata) del mar dei Caraibi. Da qui, il grande interesse della comunità scientifica internazionale verso le potenzialità degli elementi marini.

Salvaguardare la biodiversità per difendere il futuro della ricerca.

La ricerca ha fatto molti progressi sia nel campo dell’estrazione e dell’isolamento che in tutte le tecnologie coinvolte negli studi sui farmaci di origine marina; questo ha permesso di aumentare in breve tempo il numero di molecole che sono entrate nella fase degli studi clinici. Già sei tipologie di agenti terapeutici di origine marina sono state approvate dalla Food and drug administration, e la pipeline completa include 23 composti diversi. L’immensa diversità chimica associata a queste molecole è la loro risorsa più preziosa e oggi costituisce un motivo in più per salvaguardare i mari e la loro biodiversità. Gli oceani sono una risorsa inestimabile per la ricerca di nuovi composti antimicrobici, ma i cambiamenti climatici stanno causando profondi cambiamenti nel loro ecosistema, con gravi rischi per un ambiente capace di fornire elementi così interessanti per la farmaceutica. Se la ricerca di nuove cure è responsabilità della comunità scientifica, governi, amministrazioni e singoli cittadini hanno il dovere di salvaguardare l’ambiente in cui vivono e tutte le forme di vita che ne fanno parte. I farmaci di origine marina dimostrano come gli esseri viventi del pianeta siano tutti collegati tra loro: danneggiandone uno, anche tutti gli altri ne subiranno le conseguenze. Se le preziose molecole presenti negli oceani dovessero essere distrutte, un’importante branca della ricerca medica morirebbe con loro.

© Domedica s.r.l.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Articoli correlati

I nostri servizi

Più di 10 anni di esperienza nel disegno e nella gestione di Programmi di Supporto ai Pazienti e Progetti a Supporto di Medici, Centri Clinici e altri Stakeholder della Sanità.

I nostri Programmi migliorano la qualità e l’efficacia delle cure e incrementano l’adozione e l’aderenza di lungo termine alle Terapie.

Gestiamo Home Clinical Trials, Studi Osservazionali e Progetti di Real World Evidence, Studi sul Comportamento e Analisi di Outcome, in Italia e a livello Internazionale.

I nostri progetti abilitano la raccolta e supportano la diffusione di evidenze sull’efficacia delle Terapie e di nuovi Approcci Terapeutici.

Disegniamo e gestiamo progetti di Online Marketing, e-detailing e Informazione Scientifica, su tutti i canali rilevanti.

Aiutiamo i nostri clienti a costruire e sviluppare relazioni di valore con i principali Stakeholder, sostenendo le loro strategie commerciali e promozionali.