Diabete di tipo 2: perdere peso senza riguadagnarlo porta enormi benefici

Nell’ultimo numero del Journal of the American Heart Association un team di ricercatori ha studiato l’associazione tra il recupero del peso e il cambiamento dei fattori di rischio cardiometabolico utilizzando i dati di Look AHEAD (Action for Health in Diabetes), un importante studio che prevedeva l’ intervento diretto sullo stile di vita in individui con diabete di tipo 2.

Look AHEAD è stato un progetto di ampio respiro condotto dal 2001 al 2012 per esaminare l’effetto di un intervento intensivo sullo stile di vita dei Pazienti, mirato alla riduzione del peso attraverso un aumento dell’attività fisica e la riduzione delle calorie. L’obiettivo finale era studiare quanto questi cambiamenti avrebbero influenzato le malattie cardiovascolari e i loro fattori di rischio. La gestione di questi fattori è fondamentale negli individui diabetici poiché le complicazioni cardiovascolari sono la causa di morte più comune per questa popolazione. Non è infatti un caso che lo studio sia stato condotto negli Stati Uniti, dove il diabete di tipo 2 colpisce il 9,4 della popolazione, un numero che si traduce in un esborso statale di 327 miliardi di dollari nel solo 2017.

I risultati della ricerca sono interessanti anche se per certi versi scontati: Le persone affette da diabete di tipo 2 che hanno mantenuto la perdita di peso hanno visto ridursi i fattori di rischio cardiometabolico, mentre quelli che hanno riacquistato peso hanno affrontato un peggioramento del loro profilo metabolico.

I vantaggi della perdita di peso mantenuta nel tempo

Lo studio Look AHEAD ha permesso di valutare circa 1600 partecipanti che hanno seguito un piano che prevedeva dei cambiamenti drastici nello stile di vita.

Tutti coloro che hanno perso almeno il 10% del proprio peso corporeo mantenendolo per 4 anni hanno visto migliorare i propri valori di colesterolo, glicemia e pressione sanguigna. Lo stesso non si può dire per coloro i quali hanno recuperato il peso che avevano perso.

Sempre secondo i ricercatori per questi ultimi non è tutto da buttare. Qualora non recuperino oltre il 25% del peso perso potrebbero ottenere benefici cardiometabolici. Dunque perdere peso per poi recuperarlo interamente (o quasi) è inutile, ma una discreta percentuale della perdita di peso non può che essere positiva.

I costi del diabete

Ad un primo sguardo i risultati di questo studio potrebbero sembrare banali, eppure stiamo parlando di una malattia che, nonostante numeri più che allarmanti, continua ad essere sottovalutata: solo in Italia colpisce oltre 4 milioni di persone, ed è una delle patologie croniche che si sta diffondendo sempre più rapidamente, con una mortalità di 3 volte superiore alla popolazione sana.

Seppur sia difficile fornire delle stime precise del costo delle cure sanitarie per il diabete di tipo 2 in Italia e nel Mondo, è indubbio come queste influiscano pesantemente sulle finanze dei vari sistemi sanitari nazionali. In Italia, ciascun Paziente costa 2.589 euro l’anno, mentre le terapie si assestano intorno al 9% del bilancio, ovvero circa 8,26 miliardi di euro ogni anno.
Sono cifre sostanziose, che fanno di questa condizione uno degli oneri finanziari più gravosi per il sistema sanitario. Gran parte di queste spese potrebbero essere ridotte con la semplice prevenzione, con corretti stili di vita e terapie di base mirate. Ne è un esempio il trattamento intensivo e preventivo della malattia sin dall’esordio, che non solo permette di migliorare la qualità di vita del paziente diabetico, ma è anche vantaggioso in termini economici.

© Domedica s.r.l.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Articoli correlati

I nostri servizi

Più di 10 anni di esperienza nel disegno e nella gestione di Programmi di Supporto ai Pazienti e Progetti a Supporto di Medici, Centri Clinici e altri Stakeholder della Sanità.

I nostri Programmi migliorano la qualità e l’efficacia delle cure e incrementano l’adozione e l’aderenza di lungo termine alle Terapie.

Gestiamo Home Clinical Trials, Studi Osservazionali e Progetti di Real World Evidence, Studi sul Comportamento e Analisi di Outcome, in Italia e a livello Internazionale.

I nostri progetti abilitano la raccolta e supportano la diffusione di evidenze sull’efficacia delle Terapie e di nuovi Approcci Terapeutici.

Disegniamo e gestiamo progetti di Online Marketing, e-detailing e Informazione Scientifica, su tutti i canali rilevanti.

Aiutiamo i nostri clienti a costruire e sviluppare relazioni di valore con i principali Stakeholder, sostenendo le loro strategie commerciali e promozionali.