Covid-19: è allarme salute mentale

Il tema della salute mentale nelle emergenze di salute pubblica  troppo spesso viene sottovalutato e relegato in secondo piano. In tali emergenze, i fattori psicologici nella popolazione interessata svolgono un ruolo non solo nel loro benessere personale, ma anche nella disponibilità a rispettare le misure di salute pubblica. Nel nel nostro Paese le cliniche psichiatriche universitarie e i dipartimenti di salute mentale stanno affrontando un aumento cospicuo delle richieste di intervento. Da segnalare in particolare sono i quadri gravi di depressione, causati principalmente dalla  preoccupazione per il futuro.

Come agire 

Senza salute mentale non può esserci ripresa. Questo è l’allarme lanciato dalla società italiana di psichiatria. Il periodo che abbiamo trascorso in quarantena sta colpendo anche chi non è stato direttamente esposto al Covid-19. I presidenti Sip assimo Di Giannantonio ed Enrico Zanalda denunciano che i primi segnali già si stanno manifestando e se non verranno affrotati porteranno ad una serie di conseguenze irreversibili tra cui aumento della povertà, grave sofferenza psichica e sovraffollamento delle strutture. Infatti l’aumento di un terzo dei pazienti che si rivolgeranno ai servizi di salute mentale sarà talmente elevato da travolgere la rete di assistenza nazionale. Oltre un milione di Italiani saranno colpiti dalla sindrome della Capanna, che aumenta il rischio di sviluppare psicopatologie e disturbi dell’adattamento. Molte persone stanno vivendo la possibilità del ritorno ad una parvenza di normalità con la paura di non riuscire adattarsi a nuovi ritmi o semplicemente con l’ansia di tornare alla vita precedente. Inoltre si somma a questi fattori la preoccupazione per la precarietà del lavoro e per una situazione economica che inevitabilmente sarà difficile, generando grande incertezza verso il futuro. E tutto questo si va a sommare all’eccezionalità della situazione generata dal Covid-19.

Tutte queste ragioni hanno portato alla richiesta di inserire nell’agenda del governo e delle Regioni il nodo della cura dei disturbi mentali, chiedendo l’assunzione di 800 psichiatri e lo stanziamento relativo di un minimo di 40 milioni di euro. Bisognerà inoltre rafforzare gli strumenti per un’adeguata diffusione della telepsichiatria per raggiungere il maggior numero di Pazienti facendo lavorare gli operatori in sicurezza. Non bisogna infatti  dimenticare che anche la salute psicofisica degli operatori sanitari in generale durante l’emergenza covid-19 sia stata messa a dura prova al punto che quasi un operatore su 2 riporta almeno un sintomo di stress psicofisico.

Salute mentale
Salute

Il parere dell’OMS

Anche l’OMS spiega che l’emergenza covid sia anche psichica. Il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus ha rimarcato che i sistemi di salute mentale in tutti i paesi debbano essere rafforzati per far fronte all’impatto.

Naturalmente abbiamo passato un periodo di crisi più acuta dov’è stata più rilevante la salute fisica, ma adesso dobbiamo iniziare a preoccuparci della salute mentale. Il direttore spiega anche che affrontare con successo questa nuova sfida porterà benefici anche alle direttive anti contagio, poiché per le persone sarà più facile aderirvi. Dunque la tutela della salute mentale rappresenta secondo l’OMS una priorità assoluta in questa fase dell’emergenza. Adesso bisognerà vedere quanto queste direttive verranno recepite dal nostro governo e soprattutto come e quanto le risorse verranno dispiegate, in un momento storico dove il nostro Sistema Sanitario Nazionale è messo a dura prova.

© Domedica s.r.l. 

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Articoli correlati

I nostri servizi

Più di 10 anni di esperienza nel disegno e nella gestione di Programmi di Supporto ai Pazienti e Progetti a Supporto di Medici, Centri Clinici e altri Stakeholder della Sanità.

I nostri Programmi migliorano la qualità e l’efficacia delle cure e incrementano l’adozione e l’aderenza di lungo termine alle Terapie.

Gestiamo Home Clinical Trials, Studi Osservazionali e Progetti di Real World Evidence, Studi sul Comportamento e Analisi di Outcome, in Italia e a livello Internazionale.

I nostri progetti abilitano la raccolta e supportano la diffusione di evidenze sull’efficacia delle Terapie e di nuovi Approcci Terapeutici.

Disegniamo e gestiamo progetti di Online Marketing, e-detailing e Informazione Scientifica, su tutti i canali rilevanti.

Aiutiamo i nostri clienti a costruire e sviluppare relazioni di valore con i principali Stakeholder, sostenendo le loro strategie commerciali e promozionali.