Assistenza domiciliare per i malati di cancro, in Italia grande divario tra le regioni

La buona notizia è che, grazie alle cure e ai farmaci di ultima generazione, si allunga l’aspettativa di vita dei malati di tumore e sono sempre di più i pazienti che riescono a convivere con questa patologia per molti anni. Il lato negativo è che la condizione cronica richiederebbe un’assistenza domiciliare adeguata non sempre disponibile.

Assistenza domiciliare per una nuova patologia cronica: il tumore

Partiamo da alcuni dati, diffusi durante un convegno in Senato sullo stato della cura del cancro in Italia, promosso dall’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom).

Sono 3,4 milioni le persone che sopravvivono a una diagnosi di cancro e aumentano del 3% ogni anno. Se quindi da un lato aumentano i casi nel nostro Paese (1.000 ogni giorno), resta stabile il numero dei decessi (485 al giorno). In poche parole, il cancro sta diventando sempre di più una malattia cronica, grazie alle nuove cure messe a disposizione dai progressi della ricerca. Parliamo di armi efficaci come l’immunoncologia e le terapie a bersaglio molecolare che si aggiungono a chirurgia, chemioterapia, ormonoterapia e radioterapia. Come spiega la presidente dell’Aiom, Stefania Gori, oggi in Italia il 63% delle donne e il 54% degli uomini sono vivi a 5 anni dalla diagnosi, dato per cui nel nostro Paese la sopravvivenza è pari o superiore alla media europea. Se si pensa che un gran numero di pazienti oncologici cronici sono ultrasessantenni, si comprende l’importanza che l’assistenza domiciliare assume per far fronte alla situazione.

assistenza-domiciliare-per-i-malati-di-cancro-in-italia-grande-divario-tra-le-regioni

I dati da migliorare

Il problema dell’assistenza nel nostro Paese è che essa è presente, sì, ma in maniera disomogenea. Rispetto al territorio nazionale, si nota una copertura “a macchia di leopardo”, con il Sud ancora una volta in posizione svantaggiata.

Per esempio Le Breast Unit, strutture dedicate alla cura del tumore al seno, sono 212 in Italia, ma mal distribuite: al Nord il 72% delle Oncologie (120) ne è dotato, rispetto al 68% del Centro (57) e al 43% del Sud (35). Le differenze da regione a regione sono rilevanti anche e soprattutto per quanto riguarda l’assistenza domiciliare, garantita solo dal 65% dei reparti di Oncologia. Viaggiando lungo la penisola poi, la situazione peggiora:

al Nord le cure domiciliari sono infatti assicurate dal 70% delle strutture, rispetto al 52% del Sud. Eppure un’adeguata assistenza domiciliare e palliativa ridurrebbe la degenza in ospedale, addirittura da 20 a 4 giorni, permettendo di risparmiare fino a 2.000 euro a paziente. 

Un altro punto da migliorare è il livello tecnologico dei centri, sia in campo diagnostico che chirurgico e radioterapico. Già oggi la radioterapia è utilizzata per curare circa il 70% dei pazienti e si stima che la richiesta aumenterà di oltre il 15% nei prossimi 10 anni; occorre dunque avere reparti ben equipaggiati. Insomma, le migliorie da apportare al Servizio sanitario sono molte, e l’ostacolo è sempre lo stesso: il costo. Solo la spesa per i farmaci anticancro più innovativi è passata da 3,3 mld di euro nel 2012 ad oltre 5 mld nel 2017. Una soluzione per arginare i costi potrebbe arrivare dai farmaci biologici, che permetterebbero un risparmio di circa il 20%. Si creerebbe così una risorsa economica da utilizzare per incrementare servizi come l’assistenza domiciliare. C’è da augurarsi che venga rinnovato il fondo triennale di 500 mln per i farmaci innovativi in oncologia, fondo in scadenza proprio quest’anno.

© Domedica s.r.l.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Articoli correlati

I nostri servizi

Più di 10 anni di esperienza nel disegno e nella gestione di Programmi di Supporto ai Pazienti e Progetti a Supporto di Medici, Centri Clinici e altri Stakeholder della Sanità.

I nostri Programmi migliorano la qualità e l’efficacia delle cure e incrementano l’adozione e l’aderenza di lungo termine alle Terapie.

Gestiamo Home Clinical Trials, Studi Osservazionali e Progetti di Real World Evidence, Studi sul Comportamento e Analisi di Outcome, in Italia e a livello Internazionale.

I nostri progetti abilitano la raccolta e supportano la diffusione di evidenze sull’efficacia delle Terapie e di nuovi Approcci Terapeutici.

Disegniamo e gestiamo progetti di Online Marketing, e-detailing e Informazione Scientifica, su tutti i canali rilevanti.

Aiutiamo i nostri clienti a costruire e sviluppare relazioni di valore con i principali Stakeholder, sostenendo le loro strategie commerciali e promozionali.