Antibiotico-resistenza: un rischio sanitario globale

La lotta all’antibiotico-resistenza è sotto i riflettori dell’OMS. Si è da poco conclusa la Settimana mondiale della consapevolezza antimicrobica promossa dall’Organizzazione, dal 18 al 24 novembre, che la ritiene uno dei 10 principali problemi sanitari mondiali. Infatti l’uso inappropriato degli antimicrobici  è la causa principale dello sviluppo di organismi patogeni resistenti. Obiettivo dell’iniziativa è stato quello di sensibilizzare sulla minaccia rappresentata dalla resistenza agli antibiotici e sull’importanza di un loro uso prudente.

La resistenza agli antibiotici è un meccanismo naturale di difesa dei batteri favorito dall’uso  (e dall’abuso) di antibiotici che contribuisce alla selezione di batteri a loro resistenti e dalla trasmissione incrociata di batteri resistenti agli antibiotici tra gli esseri umani e gli animali.

L’OMS riporta l’attenzione su quanto sia importante concentrare gli sforzi verso la riduzione dell’uso non necessario di antibiotici, migliorando parallelamente le misure di prevenzione e controllo delle infezioni per ridurre la resistenza antimicrobica.Secondo il direttore dell’ECDC Andrea Ammon, la resistenza antimicrobica rimane una delle maggiori minacce per la salute pubblica. La situazione sta via via peggiorando con l’emergere di nuovi ceppi batterici resistenti a più antibiotici contemporaneamente (noti come batteri multi-resistenti), soprattutto negli ospedali. In particolare, i batteri resistenti agli antibiotici di ultima linea limitano fortemente le opzioni di trattamento per i Pazienti infetti. Questi batteri possono addirittura diventare resistenti a tutti gli antibiotici esistenti, con la conseguente assenza di terapia efficace. Si tratta di una situazione grave che potrebbe farci tornare all’era pre-antibiotica, quando tantissime procedure mediche non erano possibili senza l’insorgenza di infezioni anche letali. Così malattie batteriche si diffonderebbero senza la possibilità di curarle.

Tra le varie problematiche cui può portare vi sono un decorso più lungo della malattia, con impatto non solo sulla vita del Paziente ma anche sui costi generali della sanità, ed un aumento delle complicanze che può portare a conseguenze irreversibili o alla morte.

Gli ultimi dati confermano che all’interno dei confini europei il numero dei Pazienti colpiti da batteri resistenti è in aumento. Solo un uso prudente degli antibiotici può contribuire a frenare l’insorgenza di questi casi .

Come si risolve il problema

Come viene riportato anche sul sito del Ministero della Salute, sono state identificate tre strategie principali per affrontare la resistenza agli antibiotici:

  • l’uso prudente di antibiotici è il punto chiave per prevenire l’insorgere e la diffusione della resistenza. Infatti, la resistenza agli antibiotici segnalata in Italia e in Europa è direttamente collegata all’uso eccessivo e improprio di antibiotici
  • l’attuazione di buone pratiche di controllo delle infezioni, compresa l’igiene delle mani, nonché lo screening e l’isolamento dei pazienti infetti/colonizzati negli ospedali, sono importanti al fine di prevenire la diffusione dei batteri resistenti
  • promuovere lo sviluppo di nuovi antibiotici con nuovi meccanismi d’azione è essenziale, poiché la resistenza si sviluppa comunque inevitabilmente nel tempo.

Infine è bene ricordare che mantenere efficaci gli antibiotici e assicurarsi che funzionino ancora in futuro è una responsabilità condivisa da tutti.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Articoli correlati

I nostri servizi

Più di 10 anni di esperienza nel disegno e nella gestione di Programmi di Supporto ai Pazienti e Progetti a Supporto di Medici, Centri Clinici e altri Stakeholder della Sanità.

I nostri Programmi migliorano la qualità e l’efficacia delle cure e incrementano l’adozione e l’aderenza di lungo termine alle Terapie.

Gestiamo Home Clinical Trials, Studi Osservazionali e Progetti di Real World Evidence, Studi sul Comportamento e Analisi di Outcome, in Italia e a livello Internazionale.

I nostri progetti abilitano la raccolta e supportano la diffusione di evidenze sull’efficacia delle Terapie e di nuovi Approcci Terapeutici.

Disegniamo e gestiamo progetti di Online Marketing, e-detailing e Informazione Scientifica, su tutti i canali rilevanti.

Aiutiamo i nostri clienti a costruire e sviluppare relazioni di valore con i principali Stakeholder, sostenendo le loro strategie commerciali e promozionali.